L’AZIENDA2018-05-21T16:20:21+00:00

Artigianalità e tradizione

Negli anni ‘20 a Piancastagna, piccolo paese del Piemonte a pochi chilometri da Acqui Terme, nonno Emilio, esperto nella raccolta e nella lavorazione dei funghi, fonda una piccola azienda familiare. Esperienze e ricette tramandate in casa sono il punto di partenza per il figlio Attilio che fa crescere l’attività.

Nel corso dei decenni, il laboratorio s’ingrandisce e si trasferisce nella vicina Acqui Terme dove, pur adottando moderni macchinari, difende con orgoglio la sua artigianalità. Con l’avvento della terza generazione, Emilio Oliveri sviluppa una politica aziendale che privilegia sempre di più l’alta qualità.
 Il cibo è argomento di ricerca in cui la valorizzazione del gusto diventa l’obiettivo primario.

Questo ha portato, nel 2012, al riconoscimento di Eccellenza Artigiana da parte della Regione Piemonte. Chi sceglie i prodotti Oliveri non incontra solo gusti e sapori dal ricordo indelebile, bensì sposa una filosofia, un modo di essere, di rispettare i ritmi puntuali e costanti, ma pur sempre nuovi, di una terra generosa.

Artigianalità e tradizione

Negli anni ‘20 a Piancastagna, piccolo paese del Piemonte a pochi chilometri da Acqui Terme, nonno Emilio, esperto nella raccolta e nella lavorazione dei funghi, fonda una piccola azienda familiare. Esperienze e ricette tramandate in casa sono il punto di partenza per il figlio Attilio che fa crescere l’attività.

Nel corso dei decenni, il laboratorio s’ingrandisce e si trasferisce nella vicina Acqui Terme dove, pur adottando moderni macchinari, difende con orgoglio la sua artigianalità. Con l’avvento della terza generazione, Emilio Oliveri sviluppa una politica aziendale che privilegia sempre di più l’alta qualità.
 Il cibo è argomento di ricerca in cui la valorizzazione del gusto diventa l’obiettivo primario.

Questo ha portato, nel 2012, al riconoscimento di Eccellenza Artigiana da parte della Regione Piemonte. Chi sceglie i prodotti Oliveri non incontra solo gusti e sapori dal ricordo indelebile, bensì sposa una filosofia, un modo di essere, di rispettare i ritmi puntuali e costanti, ma pur sempre nuovi, di una terra generosa.